Il T.O.V.A. test

Il T.O.V.A. test

Categoria : La diagnosi

Che cos’è il T.O.V.A. test?

Il T.O.V.A. (Test Of Variables of Attention) è un test atto a misurare l’attenzione mantenuta, attraverso l’uso di semplici e monocromatici stimoli geometrici, che permettono di minimizzare le differenze culturali grazie alla loro universalità.
E’ uno dei pochi CPT (test di performance continua), insieme all’IVA e al CPT di Conner, accettato dalla letteratura internazionale, perché sottoposto ad una rigorosa standardizzazione.

 

Come funziona il T.O.V.A. test?

Il test consta di due metà: nella metà detta target infrquent half lo stimolo bersaglio compare poco di frequente: il soggetto tende ad annoiarsi e a sentirsi affaticato e deve quindi mantenere un’alta soglia di attenzione per rispondere agli stimoli. Quando il soggetto non risponde ad uno stimolo bersaglio si parla di “omissione”, segno di mancanza di attenzione.
Nella seconda parte del test, detta target frequent half, gli stimoli bersaglio vengono presentati con alta frequenza. In caso il soggetto si aspetta di rispondere la maggior parte delle volte: se risponde ad un non-stimolo parliamo di errore di “commissione”, misura di impulsività.
Perciò, mentre la prima parte misura la capacità di prestare attenzione, la seconda rivela la capacità di auto-inibizione.
Per minimizzare gli effetti di comprensione del compito prima del test viene effettuato un allenamento di due minuti e mezzo. Il test vero e proprio non comincia prima che il soggetto abbia compreso le consegne.
Per ridurre gli effetti dell’affaticamento muscolare il soggetto non usa i tasti del computer per rispondere, ma uno speciale pulsante, che può tenere in mano per tutta la durata del test.
Il test dura 21,8 minuti per i soggetti dai 6 anni in su, mentre è ridotto alla metà (10,9 minuti) per i bambini di 4-5 anni.

 

Vantaggi del T.O.V.A.

  1. Incrementa l’accuratezza diagnostica: il T.O.V.A. permette di identificare oltre l’86% di casi di ADHD.
  2. Facilita l’amministrazione dei casi e la pianificazione: permette, attraverso somministrazioni annuali, di valutare i risultati del trattamento nel tempo e se il trattamento sia o non sia ulteriormente necessario. Il report stampabile a fine test è un comodo strumento per condividere i risultati con gli altri professionisti coinvolti. Permette inoltre di riconoscere in molti casi di resistenza al trattamento per dipendenza dalla nicotina, se questa nasconda l’ADHD.
  3. Incrementa la soddisfazione del paziente e dei familiari: grazie alla semplice presentazione grafica dei risultati la comprensione e la compliance verso il trattamento migliorano sensibilmente.
  4. Fornisce risultati affidabili e oggettivi.

Intervista sul Neurofeedback

Scarica la brochure

Categorie